Ritratti d'autore

Time out – Gioco Fermo

Preparatevi a camminare, perché l’antologica che Milano dedica a Giancarlo Vitali è un progetto espositivo su più sedi che ha il suo cuore a Palazzo Reale, per proseguire al Castello Sforzesco, Museo di Storia Naturale e Casa del Manzoni.

Ma preparatevi anche a stupirvi perché – assicurano esperti e critici d’arte – è questo un appuntamento da non perdere per chi ama il meglio della pittura a cavallo di due secoli e di due millenni.

Curata  dal figlio Velasco,  la mostra multi-place  racconta la poetica di Giancarlo Vitali  attraverso dipinti, disegni, anche inediti, incisioni e pure un’installazione. Tre i temi specifici: la Malattia, gli Omaggi ai Maestri e le Forme del Tempo.

“Time Out” è il tempo della pittura di Giancarlo Vitali anche da un punto di vista storico-artistico. La sua è una posizione che è sempre stata e trovata fuori dal coro e che l’ha collocato tra gli outsider del sistema dell’arte. Sempre indifferente alle sirene delle mode, l’86enne artista nato sulla sponda lecchese del lago di Como per settant’anni ha avuto come unico fine e scopo quello di dipingere. Ci piace anche per questo.

“Time out – Gioco fermo”  Giancarlo Vitali a Milano dal 5 luglio al 24 settembre 2017

 

Altri articoli