Luoghi & design

Straordinarie aperture

Biennale type è un’opera in acciaio specchiato (85×85) – ideata da Lorenzo Marini – che coniuga arte e grafica, comunicazione e segno pittorico, ironia e creatività. Le lettere che vi compaiono evocano un universo di valori, storie, momenti persone, ma sono anche le iniziali dei nomi dei protagonisti delle Aperture straordinarie – a cura di Giovanna Zabotti – organizzate dalla Biennale di Venezia in questo periodo di emergenza covid.

Il Padiglione Venezia (ai Giardini di Castello) non accoglie installazioni e opere d’arte, ma privilegia la presenza e le riflessioni di ospiti illustri, invitati a condividere visioni e aspettative sul futuro della cultura. E Biennale type è il simbolo rappresentativo di questa iniziativa e delle diverse anime culturali che vi partecipano.

Personaggi del mondo dell’arte, architettura, musica, cinema, teatro, editoria per un programma di appuntamenti scandito in 13 weekend. L’inaugurazione si è tenuta lo scorso 29 agosto con un omaggio a Ennio Morricone, firmato dalla Venice Chamber Orchestra. L’ultima convrsazione domenica 22 novembre con Emilio Casalini. (P.B.)

Altri articoli