In evidenza

Si torna a Bologna, che bello!

Era l’aprile di cinque anni fa quando – a Venezia – Damien Hirst volle a tutti i costi farsi un selfie con il sottoscritto a Punta della Dogana. O forse sono stato io a chiederglielo, non ricordo bene … ahahahahah Il suo bacio è stato però spontaneo…

Dubito che Damien decida di venire a Bologna in occasione di Artefiera, dal 12 al 15 maggio. Io ci andrò comunque, felice che dopo questi due anni maledetti di covid si possa tornare a “vivere” in presenza l’arte. Saranno ben 142 le gallerie espositrici, qualcosa di interessante la troveremo di sicuro.

Quella di Bologna è la più longeva fiera d’arte italiana (è stata fondata nel 1974) rimane fedele alla propria vocazione: essere la manifestazione di riferimento per le gallerie italiane e per l’arte italiana del XX e XXI secolo.
Come nel 2020, la fiera avrà luogo nei padiglioni 15 e 18, dedicati rispettivamente al contemporaneo e all’arte del XX secolo, ma con un nuovo percorso di accesso che permetterà di scegliere liberamente quale padiglione visitare per primo. Nuovo anche l’allestimento degli stand, più elegante e curato. (Paolo Brinis)

Altri articoli