Fotografia

Scicli città felice

E’ questa la Sicilia del Commissario Montalbano, quella parte dell’isola  nota ai più  perché qui sono state ambientate numerose  scene della  fortunata fiction televisiva, tratta dai romanzi di  Andrea Camilleri. Ma Scicli, 25 chilometri da Ragusa, 130 da Catania, è stata in passato esaltata anche da Elio Vittorini come “la più bella città del  mondo”,  con le sue numerose chiese, i conventi, i palazzi tardo-barocchi. Un vero e proprio scrigno di tesori.

“Pensai  alla mano di un architetto divino, quando la vidi per la prima volta. E dopo aver fatto la prima foto, decisi  di voler essere il suo custode metafisico, lavorando a un libro”.  Sintetizza così Armando Rotoletti la genesi del suo ultimo lavoro: un racconto fotografico che già nel titolo –  “Scicli Città Felice” – fa capire quanto lui sia legato a questa gente, a questo luogo.

Nato a Messina nel 1958,  Rotoletti si forma professionalmente in Inghilterra per poi stabilirsi a Milano dove viene chiamato da Grazia Neri a collaborare nella sua storica  agenzia. Attualmente, in parallelo alla ritrattistica, ha iniziato un progetto di documentazione di paesaggi e volti dei distretti agroalimentari.

Per saperne di più, e per acquistare il libro, clicca qui.

Altri articoli