In evidenza

Quante mascherine al Posta

Le mascherine da collezione di Arsnow arrivano a Cortina d’Ampezzo, all’Hotel de la Poste, nell’ambito del week end ferragostiano che il prestigioso e storico albergo ha organizzato all’insegna dell’arte e della cultura.

“10 artisti 100 mascherine 1000 bambini” è il progetto solidale ideato dall’Associazione culturale Arsnow-Seragiotto a supporto della Onlus padovana “Amici di Adamitullo”. Dieci gli artisti coinvolti – Arthur Duff, Francesco Candeloro, Nelio Sonego, Paolo Ceribelli, Antonio Riello, Manuela Bedeschi, Donata Lazzarini, Laura Stefani, Alessandro Borgonovo e Paolo De Cuarto – per cento mascherine uniche e diverse, che possono essere indossate ma anche semplicemente collezionate.

Nel tardo pomeriggio di sabato 15 agosto,  venti di queste  verranno battute all’asta grazie alla collaborazione con Finarte Casa d’Aste Spa, società fondata nel 1959 dal banchiere Gian Marco Manusardi e presente alla borsa di Milano dal 1970.

Poi, nel corso di una cena di beneficenza, verrà presentato il catalogo “Pinacoteca della Quarantena”,  progetto nato durante il periodo del lockdown, con il quale sono stati coinvolti venti “art lovers” per interpretare, stando in casa e magari in maniera ironica o fantasiosa, alcune delle opere d’arte più conosciute al mondo.

Con l’occasione sarà presentata anche la mascherina realizzata da Paolo De Cuarto con il logo artistico dell’Hotel de la Poste. L’artista milanese parteciperà anche ad un talk, sempre il 15 agosto,  insieme a Simona Gavioli, ideatrice di BOOMing Contemporary Art Bologna, Mauro Casotto, curatore del progetto Mascherine d’autore  e Antonio di Franco, mitico barman dell’Hotel de la Poste e raffinato collezionista d’arte moderna.

 

 

 

 

Altri articoli