In evidenza

Quando il Globo è casa

Dentro le antiche prigioni asburgiche di Treviso – restaurate da Tobia Scarpa – le celle che una volta ospitavano i detenuti si trasformano in contenitori d’arte. When the Globe is Home è la nuova mostra della Fondazione Imago Mundi: 13 artisti, conosciuti a livello internazionale, riflettono con le loro opere sul rapporto tra globale e locale, tra vicino e lontano, tra mondo e casa.

L’esposizione . curata da Claudio Scorretti e Irina Ungureanu – doveva essere inaugurata a fine marzo, in pieno lock down. Gioco forza rimandata l’inaugurazione,  risulta ora perfetta per il momento che stiamo vivendo, per come viene raccontato al visitatore la relazione (spesso interrotta) tra lo spazio domestico e il mondo là fuori.

Le opere esposte (nella foto la singolare ed impossibile bicicletta concepita da Antonio Riello) paiono infatti una didascalia della pandemia in corso: emergenza climatica, solitudine, trasformazioni sociali, migrazioni.

Se passate per Treviso, magari per raggiungere le Dolomiti venete (quest’anno le vacanze si fanno in Italia!) When the Globe is Home merita davvero di essere vista. Avete comunque tempo sino alla fine di novembre 2020.

Per saperne di più, clicca qui.

Credits Antonio Riello (Italia). Rischio insostenibile (amo i ciclisti). Bicicletta speciale. Per gentile concessione dell’artista © Marco Pavan

 

 

 

Altri articoli