Luoghi & design

Opere in movimento

Che i grandi capolavori dell’arte nel corso dei secoli abbiano affrontato lunghi e talvolta rocamboleschi viaggi, percorrendo strade insidiose, fiumi, mari, oceani al fine di raggiungere le dimore di committenti e collezionisti, attraversando Paesi lontanissimi con i mezzi più disparati, è cosa risaputa. Da sempre sculture, dipinti, ceramiche, libri miniati, oggetti rari e preziosi sono passati di mano in mano, cambiando proprietario innumerevoli volta. Ora, grazie al progetto della piattaforma web  Mapping Paintings, ideata da Jodi Cranston, docente della Boston University, sarà possibile vedere tracciati sulla carta geografica le traiettorie percorse nel tempo e nello spazio da ogni singola opera d’arte e controllare le varie provenienze. Divertente e, forse, per qualche addetto ai lavori anche utile. (Nella foto tratta dal Sole 24ore online – dal quale abbiamo appreso la notizia – “Ratto di Europa” di Tiziano conservato all’Isabella Steward Gardner Museum di Boston).

In rete: http://www.mappingpaintings.org/

Altri articoli