Luoghi & design, Non solo arte

Monaco contemporanea

Una scorpacciata – ma non di salcicce patate e crauti – in una delle numerose birrerie della città,  bensì di opere d’arte è quanto promette a Monaco di Baviera la Pinakothek der Moderne.  Situata nel quartiere dei grandi musei e inaugurata nel 2003, è di casa in un edificio in vetro e cemento costruito da Stephan Braunfels.

Come promesso dal nome si rivolge all’arte moderna e contemporanea internazionale, al disegno e alla grafica, all’architettura e al design. Uno scalone porta al primo piano, dove anche la “modernità” diventa un concetto relativo e si divide in due sezioni: le 20 sale dei moderni “classici” fino al 1945 e le 13 sale dei contemporanei, in buona parte artisti viventi.

C’è qualche singola opera di Matisse, Picasso, Léger, Klee, Munch, Kandinski, ma sono molto più rappresentati i pittori tedeschi del Blaue Reiter e non solo. Un’intera sala è dedicata alle opere di Ernst Ludwig Kirchner. Il museo ospita anche interessanti esposizioni temporanee, attualmente al piano terra nella sezione architettura con edifici civili e industriali ai tempi di Ludwig II, re di Baviera, e nella sezione della grafica con un omaggio all’Italia dal titolo la ”Grande Decorazione”.

Due ore sono appena sufficienti per una visita sommaria in questo gran bel museo: è piacevole imbattersi in attività di formazione, con scolaresche guidate ad conoscere e apprezzare l’arte. Durante tutto l’anno si susseguono numerosi eventi come Pin.Auktion, un originale party con una grande asta di opere di artisti contemporanei. (Articolo di Leonardo Felician)

Altri articoli