In evidenza

Martin Parr, l’irriverente

Alla National Portrait Gallery di Londra, “Only Human: Martin Parr” è  una bella antologica dedicata a Martin Parr, uno tra i più influenti e brillanti fotografi inglesi che con il suo sguardo irriverente ha ridefinito l’idea di reportage all’interno di Magnum Photos.

In mostra, un vero e proprio viaggio tra usi e costumi, tradizioni e manie dei suoi connazionali, sia in patria che all’estero. Ritratti sgargianti, impietosamente ironici che, celebrando l’essenza di un Brithisness al quotidiano in tutta la sua eccentrica normalità, fissano il clima sociale di una nazione al bivio.

Spiagge, tornei di tennis, sale da ballo, università e ospedali, un giorno alle gare: qui il pubblico s’interseca con il privato in un continuo gioco al rimando. “Only Human” parla alla gente della gente comune attraverso i vestiti che indossiamo, le cose che compriamo, i rituali a cui partecipiamo. Citando il Direttore della National Portrait Gallery  – Nicholas Cullinan – è questa una mostra che contribuisce al dibattito in corso su cosa significhi essere britannici in un contesto internazionale. Insomma, come dire: Brexit or no Brexit this is the problem…

Accanto alle sue immagini più famose, una serie ritratti inediti realizzate da Martin (Epsom, UK, 23 maggio 1952), all’indomani del referendum per l’uscita dall’Unione Europea in un’area a forte presenza Pro Leave, esplorano le molteplici sfaccettature dell’identità nazionale in tempo di Brexit. Per la prima volta esposte anche una selezione di immagini di personaggi famosi, come le leggende della moda britannica Vivienne Westwood e Paul Smith, gli artisti contemporanei Tracey Emin e Grayson Perry e il mitico Pelé.

Completano la mostra gli immancabili autoritratti, tra cui spicca la divertente “Photo Escultura”, commissionata a uno degli ultimi artigiani di Città del Messico. Infine sosta obbligata al pop-up caffè ispirato al mondo di Martin Parr, sorseggiando una ‘nice cup of tea’ o una birra ‘Only Human’, appositamente  realizzata per l’occasione.

Da Londra, articolo di Patricia Schmeidler

“Only Human: Martin Parr” National Portrait Gallery London – 7 Marzo- 27 Maggio 2019

Altri articoli