Non solo arte

Lungo i bordi di Zou Ma

Zou Ma, fumettista cinese classe 1983, è giovane, elegante e cortese. E’ considerato una delle firme più notevoli del terzo millennio. Approda a Udine  per il Festival del cinema orientale che da  21 anni colora la città friulana con tanti, tanti film e molte iniziative collaterali mirate alla conoscenza del far east.

In esposizione fino al 5 maggio 2019 – nelle sale del civico museo di arte moderna e contemporanea di  Casa Cavazzini – ci sono 100 preziose tavole originali,  testimoni di un lavoro  paziente, preciso, dove il sogno e la realtà si incontrano definendo una dimensione affascinante e imprevedibile. Opere in bianco e nero o a colori raccontano storie semplici, solo apparentemente infantili, dove il quotidiano diventa narrazione fantastica e personaggi di un mondo bambino affrontano situazioni insolite.

Zou Ma è per la prima volta in Italia per presentare – in diverse regioni – la sua nuova graphic novel che dà anche il titolo alla mostra  friulana. Lungo i bordi (Canicola edizioni) racconta l’avventura di un ragazzino di città che a capodanno va a trovare la nonna in un paesello, dove la gente chiacchiera ed è superstiziosa. Ma i ricordi d’infanzia galleggiano creando inaspettate condizioni che trasformano la noia iniziale in un anno nuovo tutto da raccontare.

A Milano, alla libreria Feltrinelli di piazza Duomo, Zou Ma ha invece presentato ‘Night Bus’, volume della collana Bao Publishing, progetto editoriale dedicato ai più interessanti fumetti cinesi contemporanei.

Articolo di Francesca Agostinelli

 

 

 

Altri articoli