Ritratti d'autore

L’eredità dello sguardo

La mostra “Alberto Bortoluzzi. L’eredità dello sguardo” si propone come un viaggio nel tempo, che spazia dalle opere del bisnonno Millo Bortoluzzi senior a quelle dello zio, Millo Bortoluzzi junior, che fu anche maestro di Alberto.

Non fatevi condizionare dall’ingresso della Galleria Cavour, ubicata proprio nel mezzo della piazza padovana da cui prende il nome. Sembra di scendere in una stazione della metropolitana o, ancor peggio, in quei vespasiani di una volta che trovavi a Milano o a Parigi.

Una volta entrati negli spazi espositivi sottostanti, ci si immerge subito – piacevolmente –  in un immaginario collettivo, rappresentato da una interpretazione del paesaggio portata avanti da ben tre generazioni di artisti.

Quadri dalle svariate dimensioni raccontano l’evolversi della ricerca pittorica nel passaggio da una generazione all’altra, seguendo l’andamento dei tempi, che culmina, tendendo all’astratto, negli ultimi lavori di Alberto Bortoluzzi, classe 1988.

La sua è una famiglia di artisti; il bis nonno – Millo Bortoluzzi Senior –  fu uno dei protagonista della scena artistica veneziana in un periodo, quello di fine Ottocento, in cui il paesaggio era rappresentato in modo così veritiero da poterne percepire l’ora, l’aria e la temperatura atmosferica.

Anche lo zio, Millo Bortoluzzi junior, nel secondo dopo guerra si dedicò alla pittura, immortalando i cieli del veneto con la loro luce oppure nuvolosi, o rossi del tramonto. Con l’immancabile barena ed il casone, un tema a lui caro perchè appassionato di caccia in laguna.

Ora tocca al giovane nipote. Alberto Bortoluzzi oggi lavora nello studio in via Vescovado 62 a Padova, in quello che un tempo era il magazzino di caccia dello zio Millo. L’eredità dello sguardo di cui si parla, in questo caso è insegnata, passata, rielaborata, rinnovata. Uno sguardo che segue la contemporaneità, ma che non abbandona mai la poesia dei paesaggisti di fine Ottocento. (Articolo di Cecilia Fortuna).

Alberto Bortoluzzi. L’eredità dello sguardo
Padova, Galleria Civica Cavour, Piazza Cavour
16 novembre 2018 – 13 gennaio 2019

Altri articoli