Non solo arte

Il Campiello delle assaggiatrici

«Le assaggiatrici» firmato dalla scrittrice calabrese  Rosella Postorino ha stravinto  la 56° edizione del Campiello, il Premio letterario ideato  nel 1962 dagli industriali veneti. A valutare la cinquina di libri finalisti, come sempre, l’ultima parola l’hanno avuta i 300 anonimi lettori chiamati ad esprimere il proprio giudizio (Quest’anno 21 erano le casalinghe, 41 gli imprenditori, 97 i lavoratori dipendenti, 86 i liberi professionisti e rappresentanti istituzionali, 30 i pensionati, 25 gli studenti).

Il romanzo vincitore – edito Feltrinelli – è ispirato alla storia di Margot Wolk, una tedesca che a 96 anni ha rivelato di esser stata una della 12 donne volontarie chiamate a preparare i pranzi per Adolf Hitler ed assaggiare preventivamente il cibo per accertarsi che non fosse avvelenato.

Il Campiello Giovani è andato invece alla diciottenne liceale veronese Elettra Solignani con “I Mattoni” , il premio per l’Opera Prima a Valerio Valentini con «Gli 80 di Campo-Rammaglia» e infine il Premio alla carriera a Marta Morazzoni.

Per maggiori dettagli:http://www.premiocampiello.org/ 

Altri articoli