In evidenza

Gli Igloos di Mario Merz

A cinquant’anni dalla creazione del primo igloo, la mostra dedicata a Mario Merz riunisce i suoi lavori più iconici, datati tra il 1968 e il 2003 (anno della scomparsa dell’artista). Innovative e spettacolari, a distanza di decenni queste costruzioni – realizzate con i materiali più disparati – hanno ancora una potente forza comunicativa anche grazie alle provocatorie scritte al neon.
Gli spazi dell’Hangar Bicocca, a Milano, saranno invasi da trenta costruzioni provenienti da alcuni dei musei più importanti del mondo: il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía di Madrid, la Tate Modern di Londra, l’Hamburger Bahnhof di Berlino e il Van Abbemuseum di Eindhoven.
Merz, che si definiva artista vagabando e manipolatore, è considerato uno dei maggiori esponenti dell’arte povera italiana,  e il significato di questi igloo è proprio quello di  tornare all’essenza delle cose, mostrando gli oggetti  per ciò che sono, prima di qualsiasi forma di contaminazione.
“Mario Merz. Igloos” Hangar Bicocca, via Chiese 2 Milano . Dal 25 ottobre al 24 febbraio 2019, ingresso gratuito.

 

Altri articoli