Ritratti d'autore

Errante, erotico,eretico

Una mostra di paesaggi – magici, marini, marchigiani  e lunari – per raccontare un artista che gli addetti ai lavori non esitano a definire straordinario: Osvaldo Licini. L’esposizione, intitolara Le ragioni elle madri, a cura di Daniela Simoni, è stata allestita negli spazi del Centro studio Osvaldo Licini e nell’adiacente casa natale del maestro. Siamo a Monte Vidon Corrado, piccolo centro (700 abitanti, forse qualcuno di meno) poco di stante da Fermo. Nato nelle Marche nel 1894, nel 1958, anno della sua scomparsa, Licini vinse il Premio Internazionale di Pittura della Biennale di Venezia. Fu anche scrittore e una raccolta di suoi scritti letterari venne pubblicata da Feltrinelli con il titolo “Errante, erotico, eretico”.  E proprio facendo riferimento a questo libro , nel 2018 la Peggy Guggehneim Colletion di Venezia  gli dedicò una ricca retrospettiva – a cura di Luca Massimo Barbero – intitolata “Che un vento di follia totale mi sollevi”. (N.C.)

In mostra, fino all’8 dicembre 2020, 90 oli e 30 disegni, molti del periodo figurativo ma alcuni anche astratti. Il catalogo è edito da Electa. Per saperne di più, clicca qui.

 

 

Altri articoli