In evidenza

Due geni a confronto

Inaugurata a Parigi lo scorso il 19 febbraio 2019, la mostra evento Calder-Picasso permette al visitatore di mettere a confronto le opere di pittura e scultura di Alexander Calder (1898 – 1976) con quelle di Pablo Picasso (1881 – 1973)

Ospitata al  Musée National Picasso,  nel cuore di uno dei quartieri della capitale francese che a noi piacciono di più, il Marais – l’esposizione (a cura di Claire Garnier ed Emilia Philippot) durerà fino al prossimo 25 agosto,

Cos’hanno in comune questi due mostri sacri dell’arte moderna? Per gli esperti, entrambi sono affascinati dal vuoto. Un nuovo modo di intendere lo spazio, le masse e la loro assenza, traducibile nell’espressione francese “non – espace”.

Tra le opere che a noi son piaciute di più, la metamorfosi del toro. Attraverso 10 passaggi, l’animale – disegnato all’inizio da Picasso in maniera molto realistica, viene trasformato in figura astratta. Del toro rimane solo una linea. Magnifique!

Di Calder abbiamo invece rivisto e riammirato con piacere le sue Mobiles, costruzioni astratte (le prime furono concepite all’inizio degli anni ’30), lamine variamente foggiate e colorate che un ingegnoso sistema di sospensione mediante fili metallici fa muovere al minimo spostamento di aria.

Potremmo continuare ancora, ma il consiglio che ci permettiamo di darvi è di andare personalmente a vedere quanto realizzato da questi due incredibili artisti. Parigi val bene non solo una messa, ma anche una visita al Musée National Picasso. (N.C.)

Calder-Picasso, Musée National Picasso, 5 rue de Thorigny, 75003 Parigi

Altri articoli