Ritratti d'autore

Dal Silenzio alla Parola

Trenta opere per raccontare la lunga carriera di un artista sconosciuto – per sua scelta – al grande pubblico, che nei suoi lavori più recenti ha voluto celebrare la bellezza e la geometria delle lettere dell’alfabeto.  Fino a 5/6 anni fa Lorenzo Marini ha lavorato nella più totale riservatezza tra Milano, Los Angeles e New York. Quasi in contrapposizione al successo ottenuto come art director nel mondo della pubblicità.

La Fondazione Bevilacqua La Masa gli dedica ora una preziosa antologica (dal 24 giugno al 30 agosto 2020) occasione importante per riaprire quegli spazi dedicata da sempre all’arte e per troppi mesi costretti alla chiusura a causa del coronavirus.

“Dal Silenzio alla Parola” , questo il titolo dell’esposizione  curata da Sabino Maria Frassà, parla dell’evoluzione della ricerca artistica di Martini (già allievo di Emilio Vedova all’Accademia delle belle arti) ma anche di una città – Venezia per l’appunto – che passa da un silenzio assordante e imposto dall’emergenza covid all’umanità della parola. (P.B.)

Altri articoli