Non solo arte

Collezionismo, che passione

Quando è stata resa nota la volontà della Famiglia Bubani di vendere il loro storico negozio sotto il porticato del “Palazzo Senatorio” in Piazza del Popolo a Ravenna, la locale Cassa di Risparmio ha individuato diverse ragioni per realizzare un’acquisizione che avrebbe portato benefici non solo alla Banca, ma anche alla città.

Così, nei primi mesi del 2002, la Cassa ha presentato alla Soprintendenza il progetto di restauro, attento alle qualità già presenti e a mantenere quanto più intatto possibile l’insieme percettivo di quel luogo, restaurato poi nelle sue pregevoli strutture lignee e già arricchito dalle splendide vetrate, tutte in stile liberty, che ne completano la facciata.

Quello che in passato era un negozio ospita ora gli uffici Private banking dell’istituto di credito ravennate, ma anche esposizioni temporanee per valorizzare il collezionismo privato, come ad esempio le due originali mostre dello scorso inverno. La prima  dedicata  a “Le macchine per scrivere Olivetti”, realizzata grazie alla collaborazione con Urbano Laghi, che ne possiede oltre 500.  La seconda dedicata a “Bomboniere e non. Scatole in ceramica italiane dal 1895 al 1960”, realizzata insieme alla collezionista ravennate Silva Marani.

Altri articoli