In evidenza

Balthus, tra sogno e realtà

E’ considerato uno degli artisti più discussi dell’arte moderna e contemporanea – Balthus (1908-2001) – spesso in contrasto con le tendenze dominanti delle avanguardie del suo tempo. Molti dei suoi lavori sottolineano come sia stato attratto fortemente dal classicismo e da maestri come Piero della Francesca e Masaccio. Mistero e meticolosità sono due caratteristiche fondamentali del carattere dell’artista che, nel lungo arco di vita, produsse un numero limitato di quadri, più o meno trecento.

La Fondazione Beyeler di Basilea definisce Balthus come un artista leggendario e ha voluto rendergli omaggio con un percorso espostivo che comprende una quarantina di opere , tutte significative e rappresentative della varie fasi della carrierasua . Lavori che denotano la ricchezza e le ambiguità dell’arte di Balthus, la cui costruzione pittorica è sospesa tra ironia, provocazione e rincrescimento. Nelle sue opere, di volta in volta serene e strazianti, tutto si mescola: il sogno e la realtà, l’erotismo e l’innocenza, l’obiettività e il mistero.

Tra i lavori esposti, anche Passage du Commerce Saint-André (olio su tela 294 x 330) considerato dai critici un vero e proprio capolavoro. Balthus cominciò quest’opera nel 1952 e la terminò due anni dopo, iproducendo uno scorcio della via, esattamente quello dove aveva lo studio e il domicilio. L’impressione che ne cogliamo è che abbia trasformato una strada parigina in un teatro pieno di mistero dove il tempo si è fermato e dove anche i personaggi sono distanti gli uni dagli altri, quasi estranei, ciascuno chiuso nel proprio mondo. Uno spazio importante occupano poi i ritratti di giovani ragazze, rappresentate in un periodo di transizione prima di divenire adulte, che rendono evidente una tipica tensione tra inconsapevolezza e seduzione erotica.

Da Basilea, recensione di Roberta Hurstel

BALTHUS Fondation Beyeler – Baselstrasse 101 CH-4125 Riehen/Basel
Fino al primo gennaio 2019 Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18, mercoledi dalle 10 alle 20,30

 

Altri articoli