Ritratti d'autore

A Roma, cromatiche energie

Un artista da decenni riconosciuto come uno dei  protagonisti delle ricerche Optical-cinetiche internazionali che hanno avuto, negli ultimi anni, un importante revival di critica e di pubblico. Piemontese di nascita, veneziano d’adozione, Ferruccio Gard ha partecipato a ben sette Biennali di Venezia. In occasione dell’ultima edizione, è stato tra l’altro  presente in una collettiva molto interessante, alla Bevilacqua La Masa, insieme ad artisti come Biasi, Campesan, Munari e altri ancora che  negli anni 60/70 si sono distinti nello sperimentare linguaggi innovativi.

Le sue opere più recenti, nella loro tessitura di geometrie e di intersezioni cromatiche, saranno esposte a Roma, dal 10 maggio 2018, negli spazi del Museo Boncompagni Ludovisi diretto da Matilde Amaturo. La Mostra si intitola ” Intrecci Dinamici”  (curatore è Lorenzo Canova, storico dell’arte, critico d’arte e docente di storia dell’arte contemporanea all’Università del Molise)  e sarà aperta al pubblico fino al 15 luglio 2018.

 

Altri articoli